mariobronzino.it logo
« < >

Viaggio in Sicilia (al tempo del Coronavirus)

In una condizione di reclusione, stress e paura, in un periodo in cui la maggior parte della popolazione sogna la libertà, ho realizzato un progetto fotografico con l'intento di "staccare la spina", di evadere dalla drammatica situazione creata dall'emergenza Covid-19. Il progetto nasce dalle lacrime di tristezza e disperazione di mia madre, per porsi successivamente come regalo alla popolazione. Questo dono è qualcosa di cui tutti avremmo avuto bisogno: il sole che scorgevamo solo dalla finestra, il mare proibito, i colori della natura e dei nostri luoghi del cuore.
La tecnologia mi ha permesso di uscire, di perdermi tra i magnifici paesaggi della Sicilia, di realizzare fotografie e non trarre immagini dal web. Accanto a mia madre, con un mouse in mano e con l’uso di Google Street View, ho vagato per giorni tra le strade più sperdute della mia terra. Poi quei giorni diventarono mesi e così capii che non era un passatempo, era altro. Era voglia di riprendersi la libertà, la gioia di passeggiare, di farsi inondare i polmoni di aria e profumi.
I luoghi che ho visitato per cause tecnologiche riportavano la stessa stranezza e la stessa desolazione che nel mondo reale stava avvenendo. Era come se fosse sempre stato così. E allora non potevano essere cartoline, ma dovevano essere fotografie che documentassero il paradossale legame tra il mondo quadridimensionale e il mondo bidimensionale. In questo, il mio compagno di viaggio è stato Vilèm Flusser e i suoi studi sulle immagini digitali, sulle nuove culture digitali, su questo capovolgimento del mondo “vero” in mondo “tecnologico”. “La cultura dei media” è stato un testo fondamentale per capire cosa stessi facendo e per quale motivo. Luigi Ghirri mi ha insegnato tramite i suoi libri come osservare e non come vedere. Mi ha fatto comprendere che andava svelato altro, non il banale, non il comune. Infine, avendo capito che si doveva mostrare la verità di questa terra, fatta di colori, stranezze e bellezze, mi accorsi che stavo portando con me gli studi di filosofia che feci durante il mio percorso liceale e che ripresi per questo lavoro. “Il mondo come volontà e rappresentazione” di Schopenhauer mi è sempre stato dentro il cuore e dentro la mente. Per questo motivo sono convinto che questo lavoro porti con sé la voluntas di mostrare il reale e di fare di questo reale la rappresentazione di uno status in cui abbiamo vissuto e che non dimenticheremo mai.
Viaggio in Sicilia (al tempo del Coronavirus)
10 / 11 enlarge slideshow
Viaggio in Sicilia (al tempo del Coronavirus)
11 / 11 enlarge slideshow
Link
https://www.mariobronzino.it/viaggio_in_sicilia_al_tempo_del_coronavirus-p22361

Share link on
CLOSE
loading